Didattica delle Emozioni

A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note.
E le emozioni. (cit.)

L’importanza delle emozioni nell’apprendimento di  Daniela
Lucangeli
La Didattica delle emozioni rappresenta la traduzione nella pratica scolastica dei principi dell’Intelligenza Emotiva di Daniel Goleman. L’intelligenza emotiva implica la capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni e si può affinare sia mediante l’uso di tecniche specifiche, sia per il tramite della mediazione di educatori e genitori.
Secondo Goleman l’intelligenza emotiva si caratterizza per cinque caratteristiche fondamentali, ossia la consapevolezza di sé, la capacità di produrre risultati riconoscendo le proprie emozioni; il dominio di sé, la capacità di utilizzare i propri sentimenti per un fine; la motivazione, la capacità di scoprire il vero e profondo motivo che spinge all’azione; l’empatia, ossia la capacità di sentire gli altri entrando in un flusso di contatto; l’abilità sociale, ossia la capacità di stare insieme agli altri cercando di capire i movimenti che accadono tra le persone.
Gli obiettivi che si pone la Didattica delle Emozioni sono i seguenti:
  • indurre negli studenti l’accrescimento dell’autocontrollo;
  • acquisire consapevolezza emotiva;
  • l’attitudine ad una comunicazione chiara, efficace ed assertiva;
  • l’affermazione del proprio sé attraverso il confronto e la cooperazione;
  • lo sviluppo graduale della curiosità, del desiderio, del senso di appartenenza, della tolleranza alla frustrazione e alla noia.

Un altro strumento utile per indurre autocontrollo emozionale è l’educazione razionale emotiva, nota come acronimo di RET. Si tratta di una teoria e di una prassi terapeutica ideata dallo psicologo Albert Ellis, che per formulare la sua teoria ha messo a punto un sistema di psicoterapia attingendo ad antiche scuole di pensiero occidentali ed orientali quali lo stoicismo, il buddismo, il taoismo. L’accostamento dei termini razionale ed emotivo sta ad indicare la possibilità di raggiungere un certo controllo emotivo utilizzando la propria capacità di pensare in modo razionale e costruttivo (si veda il testo M. Di Pietro, L’A B C delle mie emozioni, Corso di Alfabetizzazione socio-affettiva).

ingredienti_felicita

Attività su giochi, emozioni, empatia e conflitto

Lo sviluppo della competenza emotiva nei bambini

Tabella delle emozioni

L’albero dei valori

Lezione magistrale sulla neurofisiologia delle emozioni

Aforismi

La nostra civiltà è ancora in mezzo al guado, né del tutto bestiale perché non è più guidata dall’istinto, né del tutto umana perché non è ancora interamente guidata dalla ragione. Theodere Dreiser, citato in J. LeDoux, Il cervello emotivo