Neuroni specchio

I neuroni a specchio sono una tipologia di neuroni la cui esistenza è stata rilevata per la prima volta verso la metà degli anni ’90 da Giacomo Rizzolatti e colleghi, presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Parma.

Questi neuroni possono essere importanti per la comprensione delle azioni delle persone, per quanto riguarda l’apprendimento per imitazione.

Si è visto che il nostro cervello, alla vista di un’azione svolta da un’altra persona, replica, dentro di sé, quella stessa azione, dando luogo a quella che è stata chiamata “simulazione incarnata” (Ferrari, Gallese, 2007).

L’attivazione del comportamento imitativo, mediata dai neuroni specchio, è quindi alla base dell’apprendimento di abilità motorie complesse, come appunto suonare uno strumento, ma anche di comportamenti sociali spesso eseguiti in modo inconsapevole.

Perché ho associato l’immagine di cui sopra ai neuroni specchio? Perché è assodato che gli esseri umani in formazione assorbono gli insegnamenti dei genitori e poi li riproducono nella società.

(Fonte: Niccolò Butti, Come apprendiamo osservando l’altro: i neuroni specchio).

La giornata della Lettura condivisa del 16 Dicembre 2020

 

Bambini che leggono libri insieme - Scarica Immagini Vettoriali Gratis, Grafica Vettoriale, e Disegno Modelli

Che cosa è la giornata della Lettura condivisa? Si tratta di dedicare una giornata alla Lettura ad alta voce, di un testo della Letteratura per l’infanzia, che è condivisa sia perché tutto l’Istituto legge uno stesso testo o il lavoro dello stesso Autore, sia perché si crea un’occasione di incontro e condivisione tra le classi dell’Istituto comprensivo (Materna, Elementari e Media).

 

 

Per la Giornata della Lettura condivisa, del 16 dicembre 2020, Istituto di via delle Carine, Roma, ha partecipato, a titolo volontario e gratuito, Yari Selvetella, famoso giornalista e scrittore romano.

L’Autore ha illustrato il percorso di vita e professionale di Gianni Rodari, per metterne in rilievo la complessità delle sue Opere, che seppur considerate Letteratura per l’infanzia, sono ricche di richiami filosofici ed etici, che inducono profonde riflessioni e stimoli all’azione, per un mondo più bello.

Gli studenti hanno dialogato con l’Autore, sia ponendogli domande sull’opera di Rodari, sia con la Lettura a voce alta di alcune sue Filastrocche e Favole, tratte da Favole al telefono e Il pianeta degli alberi di Natale.

Grazie di cuore a Yari, ai colleghi e studenti, per aver partecipato con tanto entusiasmo e amore.

.

 

 

 

 

Progetto Didattico Educativo Classe 2^ E

Risultati immagini per felicità

Il filo conduttore dell’anno scolastico  2018-2019 sarà rappresentato dal Tema della Felicità, per due motivi:

  • perché esso si connette con la STORIA (come è cambiato nei secoli e nelle civiltà il concetto di felicità?), con la GEOGRAFIA (si può analizzare, ad esempio, il rapporto sulla felicità mondiale oppure il concetto di FIL, felicità interna lorda in ambito europeo) e con la LETTERATURA (analizzando ad esempio dei testi letterari o filosofici sull’argomento);
  • perché un lavoro sul questo tema ci consente di attivare azioni e riflessioni di stimolo a una crescita personale.

Per stimolare l’amore per la scrittura, prevedo le seguenti attività:

  • pratica quotidiana della scrittura, con la compilazione di mappe, riassunti, temi;
  • una volta alla settimana, elaborazione di una pagina di diario, per fissare gli aspetti significativi del periodo in esame (attività per stimolare la metacognizione);
  • una tantum (novembre-dicembre 2018/maggio-giugno 2019) elaborazione di una recensione di un testo di narrativa, per la pubblicazione nella rivista letteraria ‘Cioccolata Fondente’

Per favorire l’interesse per la lettura, segnalo le seguenti azioni didattiche:

  • creazione della biblioteca di classe, sulla base della lista di libri di narrativa per ragazzi, da visionare qui
  • partecipazione alla giornata della lettura condivisa, nel dicembre 2018
  • laboratori di lettura a voce alta, in classe, nel corso della anno scolastico
  • fruizione dei materiali offerti dalla biblioteca scolastica
  • presentazione di un libro
  • incontro con l’autore Paolo di Paolo, nel gennaio 2019, autore del testo La divina commedia raccontata ai ragazzi.

Per incentivare la creatività:

  • progetto teatrale su alcune terzine dantesche, in collaborazione con la collega di musica;
  • laboratorio di scrittura creativa in geografia (viaggio immaginario), in storia (intervista a personaggi famosi) e in letteratura (con temi tratti da 826 Valencia);
  • lavori di gruppo

Progetti

In qualità di referente contro il bullismo, ho preso i contatti con la polizia informatica, che, nel mese di novembre, farà la seguente lezione:

  • Bullismo e cyberbullismo

Inoltre, la classe prenderà parte al progetto Incontri del Centro Astalli;

Progetto di Public Speaking con la collaborazione dell’attrice Sonia Barbadoro.