La collina dei conigli

Risultati immagini per la collina dei conigli

Nel racconto, ambientato nelle  Colline dell’Hampshire (Inghilterra) vengono narrate le vicende di un gruppo di conigli che tentano di sfuggire alla distruzione della loro conigliera e decidono di intraprendere un lungo viaggio, alla ricerca di un posto migliore in cui vivere, evitando però pericoli e ostacoli nel corso della loro avventura.

Piccole Donne

Risultati immagini per piccole donne

Piccole donne è il più famoso romanzo di  Louisa May Alcott, che nacque a Germantown, in Pennsylvania, nel 1832.

Il padre, filosofo e pedagogo, ebbe una notevole influenza sulla formazione intellettuale e sulla personalità della scrittrice.

Il libro fu pubblicato per la prima volta in due volumi, il primo nel 1868 e il secondo nel 1869 in America con il titolo Little Women or, Meg, Jo, Beth, and Amy.

La vicenda è ambientata in una cittadina della Nuova Inghilterra, negli Stati Uniti d’America, a metà dell’Ottocento, durante la guerra di Secessione americana, nota come guerra civile americana (1861-1865).

La storia racconta la storia della famiglia March e in particolare delle vicende che caratterizzano le quattro sorelle giovani e belle, chiamate Meg, Jo, Beth e Amy, che sono  molto diverse tra loro, da un punto di vista fisico e caratteriale.

Il padre delle ragazze, sacerdote partito per il fronte come cappellano durante la Guerra di Secessione americana lascia a casa le figlie e la moglie, che se la devono sbrigare da sole.

Le ragazze pur essendo povere e con i problemi tipici dell’adolescenza, pur nell’assenza del padre, imparano a crescere e diventare ragazze responsabili, ciascuna con un percorso di vita peculiare.

Il libro copre l’arco narrativo di un anno: inizia a Natale e finisce a Natale dell’anno dopo, e in questo arco di tempo vengono analizzati i singoli caratteri, i sogni e la maturazione di ciascuna delle quattro sorelle, le quali vivono questo anno quasi come un gioco, una scommessa fatta con la madre di riuscire a migliorare caratterialmente e moralmente.

Perché leggerlo?

Per tanti motivi, come ad esempio:

  1. il lessico è accurato e scorrevole;
  2. la storia della formazione delle protagoniste è verosimile e consente di immedesimarsi nella vicenda;
  3. ci sono vari colpi di scena, che tengono alta l’attenzione e stimolano la curiosità.

Prima Guerra Mondiale

Risultati immagini per la prima guerra mondiale

Cause:

  1. Rivalità tra le varie nazioni europee (Ad esempio: Germania e Gran Bretagna si contendono la supremazia coloniale e il dominio sui mari – La Francia pretende la restituzione dell’Alsazia e della Lorena, perse nel 1780 – L’Impero russo e l’impero austro ungarico vogliono controllare entrambi la regione dei Balcani)
  2. Nazionalismi
  3. La fine delle guerre Balcaniche (= la catena montuosa dei Balcani), nel 1913 mette in rilievo i difficili rapporti tra le Nazioni. 

Risultati immagini per penisola balcanica mappa fisica

Scintilla che fa scoppiare la guerra:

28 Giugno 1914 attentato di Sarajevo, in Bosnia, contro l’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono dell’impero Austro Ungarico

(Continua)

Compiti per le vacanze 2^ E Estate 2019

Per il ripasso degli argomenti di studio 

Becco giallo. Italiano, storia e geografia. Vol. 2 Libro - Libraccio.it

 

Scrivere: Diario

Scrivi 30 giorni di diario (Un diario è una forma narrativa in cui il racconto reale o di fantasia – è sviluppato cronologicamente, spesso scandito ad intervalli di tempo regolari, solitamente a giorni. il diario è, in poche parole, un testo in cui vengono annotati avvenimenti personali e importanti per ciascuno di noi).

Leggere: Testi di narrativa 

  1. M. Parr, Cuori di Waffel (premio Strega ragazzi e candidato Premio Hans Christian Andersen)
  2. C. Vanderpool, L’indimenticabile estate di Abilene Tucker (Premio Andersen, 2013)
  3. Nostlinger, Il bambino sottovuoto (premio Andersen, il ‘nobel della letteratura per ragazzi’, vinto nel 1984)
  4. A. Stratton, Il segreto di Chanda (da cui è stato tratto il film Life, above all e che ha ottenuto numerosi riconoscimenti sia negli Stati Uniti che in Canada).
  5. G. Kuijer, Il libro di tutte le cose (Premio Andersen, 2010)

Di ogni testo elaborare un riassunto breve e scrivere perché è piaciuto o perché non è piaciuto.

Compiti per le Vacanze Classe 1^ G Estate 2019

I compiti dovranno essere consegnati il primo giorno di scuola.

Testo riassuntivo

Risultati immagini per becco giallo testo per estate

Diario

Scrivi 30 giorni di diario (Un diario è una forma narrativa in cui il racconto reale o di fantasia – è sviluppato cronologicamente, spesso scandito ad intervalli di tempo regolari, solitamente a giorni. il diario è, in poche parole, un testo in cui vengono annotati avvenimenti personali e importanti per ciascuno di noi).

Letture

  1. Goudge, Il cavallino bianco. Moonacre (libro preferito da Rowling, scrittrice di Harry Potter)
  2. Buongiorno Teresa, Il ragazzo che fu Carlo Magno (testo vincitore premio Andersen)
  3. M. Fermine, La piccola mercante di sogni
  4. Di Camillo, Lo straordinario viaggio di Edward Tulane
  5. Verne, Il giro del mondo in 80 giorni

Di ogni testo elaborare un riassunto breve e scrivere perché è piaciuto o perché non è piaciuto.

Professione docente

Risultati immagini per professione docente

Al Ministero dell’Istruzione dicono che i docenti devono lavorare di più. Di più rispetto a cosa e a chi?

Si crede che il docente svolga solamente 18, 22 o 24 ore di lavoro, ma quante ore sono veramente? Altri statali quante ne fanno? 36?

Allora fatemene fare 36 ma:

– Voglio 45 mila euro lordi, di inizio carriera e 70-80 mila euro a lordi, a fine carriera, al pari dei colleghi del resto della Comunità Economia Europea

– Voglio i 10 minuti di pausa, come tutti i lavoratori.

– Voglio aggiornarmi in orario di lavoro e a spese del Datore di Lavoro.

– Voglio che nelle 36 ore siano incluse quelle per consigli di classe, collegi docenti, incontri coi genitori, consulting e glh, open day (se fatti di domenica, con l’indennità pagata extra), dipartimenti orizzontali, verticali e diagonali, commissioni varie, ore svolte da coordinatore, gli scrutini, gli esami, l’alternanza scuola-lavoro e le ore svolte da funzione strumentale, da direttore dei laboratori e le ore per svolgere i progetti extracurricolari.

– Voglio partecipare alla gita con gli alunni, solo se sono remunerate le 24 ore al giorno previste dall’incarico.

–  In classe continuerò a fare 18 ore, mentre il resto delle ore correggerò le verifiche e preparerò le lezioni a scuola

–  Voglio un ufficio con scrivania, libreria e dotato di pc funzionante e wi-fi veloce e materiale di cancelleria.

– Voglio la mensa o, se non c’è, voglio i buoni pasto, il riscaldamento d’inverno e il raffreddamento in estate.

– Voglio un bagno pulito con sapone, carta igienica, asciugamani.

– Voglio la chiamata diretta dei DS dagli insegnanti e non viceversa, perché è più democratico che 100 scelgano uno e non che uno ne scelga 100.

– Voglio aule accoglienti e non fuori norma, una scuola sicura e soprattutto uno stipendio adeguato, come si legge sopra.

– Non voglio più fare niente a casa che riguardi la scuola, soprattutto la domenica.

– Se ho più scuole, dovete pagarmi anche il tempo necessario per andare da una scuola all’altra e voglio andarci con l’auto di servizio.

– Infine voglio un datore di lavoro che abbia un titolo di studio non inferiore al mio, quindi per lo meno laureato (siamo nel settore pubblico e lo pretendo).

Fonte: testo di un collega, con qualche integrazione.

 

Facciamo tutti insieme copia e incolla di questo testo, facciamolo diventare virale.

Risorgimento e Guerre di Indipendenza

DEFINIZIONE DI RISORGIMENTO Con il termine Risorgimento si allude al periodo della storia d’Italia durante il quale la penisola venne unificata politicamente.

SIMBOLI DEL RISORGIMENTO: Il Vittoriano

2014-03-29 Altare della Patria.jpg
Il Vittoriano, fonte Wikipedia

 

Fondamentale per l’unificazione dell’Italia sotto un’unica bandiera furono le tre guerre di indipendenza

Prima guerra di indipendenza: nel 1848 Carlo Alberto di Savoia Re del Regno di Sardegna si pose a capo di una coalizione di Stati italiani che dichiararono guerra all’Austria. Tuttavia il conflitto si concluse già nella primavera successiva con la sconfitta sabauda di Novara, cui seguì l’abdicazione di Carlo Alberto in favore del figlio Vittorio Emanuele II.

Seconda guerra di indipendenza: nel 1858 Camillo Benso conte di Cavour, primo ministro del regno di Sardegna, firma un accordo con Napoleone III.

Nel 1859 grazie a una serie di stratagemmi il Regno di Sardegna riesce a farsi dichiarare guerra dall’Austria. La guerra inizialmente si svolge nel nord Italia dove gli eserciti piemontesi e francesi riescono a vincere quelli austriaci e a conquistare buona parte del nord Italia.

Nel 1860 Garibaldi salpa da Quarto con i suoi uomini e dà l’avvio alla Spedizione dei Mille. La spedizione di Garibaldi innesca la guerra anche nel sud Italia e dopo una serie di guerre nel 1861 il regno sabaudo acquisisce il sud d’Italia e Vittorio Emanuele II assume il titolo di Re d’Italia.

Terza guerra di indipendenza: alla riunificazione completa dell’Italia mancavano ancora l’acquisizione del Veneto e di Roma.  Nel 1866 il regno d’Italia si alleò con la Prussia contro l’Austria. La guerra in Italia fu un insuccesso ma la vittoria prussiana consentì al regno d’Italia di annettere il Veneto.

Nel 1870 l’esercito francese abbandonò Roma e l’esercito sabaudo, nel quale operava un raggruppamento di bersaglieri che sfondò le difese murarie di Porta Pia, conquistò la città annettendola al Regno d’Italia e l’anno seguente Roma divenne Capitale.

 

 

Il nostro anno...

A cura di…

 

Sentire

La felicità è per me…

 

La tristezza è per me…

 

Leggere

Il libro che mi è piaciuto di più è stato…perché

 

Scrivere

L’argomento che ho descritto con maggiore cura e attenzione è stato…

 

Ascoltare

 

Ho ascoltato con interesse (una canzone, una lezione, un progetto, una lettura)

 

Creare

L’anno prossimo vorrei occuparmi del seguente progetto scolastico

 

Riflettere

 

Quest’anno sono migliorato…

 

Per l’anno prossimo mi propongo di potenziare…