Testi di narrativa storica

(in costruzione)

Per agevolare la comprensione di alcuni avvenimenti storici consiglio la lettura dei seguenti testi di narrativa storica per ragazzi:

  1. Buongiorno Teresa, Il ragazzo che fu Carlo Magno
  2. Pitzorno, La bambina col falcone (Crociate)
  3. Buongiorno Teresa, Giovanna d’Arco, la ragazza dal vestito rosso
  4. Manzoni, Promessi Sposi (1600)
  5. Calvino, Il Barone rampante (Rivoluzione Francese e Napoleone)
  6. Garlando, Mister Napoleone
  7. Buongiorno Teresa, La lupa di Roma e le capre di Garibaldi
  8. Il gattopardo (Risorgimento)
  9. Silvio Pellico, Le miei prigioni (moti risorgimentali)
  10. Chiari Carminati, Fuori Fuoco Fuori_fuoco_pdf (prima guerra mondiale)
  11. Lussu, Un anno sull’altipiano (prima guerra mondiale)
  12. Birattari, L’Italia in guerra 1915-1918 (prima guerra mondiale)
  13. Buongiorno, Io e Sara, Roma 1944 (seconda guerra mondiale)
  14. Bruckner, Il grande sole di Hiroshima (sulla seconda guerra mondiale, sgancio bomba atomica)
  15. Segre, Fino a quando la mia stella brillerà (deportazione ebraica)
  16. Frank, Il diario di Anna Frank
  17. Cassola, La ragazza di Bube (dopoguerra) 
  18. D.Hellis, Sotto il burqa (Afghanistan sotto il regime dei talebani)
  19. Strada, Pappagalli verdi (nel testo si alternano vicende ambientate nell’attuale Iraq, Pakistan, Ruanda, Afghanistan, Perù, Kurdistan, Etiopia, Angola, Cambogia, Gibuti, etc.)

La creatività

(in costruzione)

Fromm,
May, Rogers, Maslow, Mead, La creatività, ELS Scuola, 2017, (Prima edizione italiana 1972)

Il testo è costituito da 5 saggi elaborati dai seguenti studiosi:

  1. Fromm, L’atteggiamento creativo
  2. May, La natura della creatività
  3. Rogers, Per una teoria della creatività
  4. Maslow, La creatività nell’individuo che realizza il proprio io
  5. Mead, La creatività vista in una prospettiva interculturale

L’introduzione è a cura di Domenico Simeone, il quale ci spiega cosa si intenda per creatività, alla luce di ciò che sosteneva J. P. Guilford. Lo psicologo sostiene che la personalità diviene creativa se presenta le seguenti caratteristiche:

la sensibilità, intesa come la puntuale presa di coscienza dei problemi; la scioltezza, cioè la capacità di proporre ipotesi risolutive dei problemi avvertiti; la flessibilità, ossia la capacità di adattamento a situazioni nuove ed inattese; il pensiero divergente, cioè il rifiuto del conformismo e la ricerca di risposte inconsuete ed originali; la ridefinizione, intesa come la capacità di rielaborazione originale di cose conosciute; l’analisi, ossia la capacità di individuare i particolari significativi; la sintesi, cioè la ricerca e l’articolazione di una struttura significativa e originale, tra elementi di coscienza ed esperienza.

Simeone spiega che i saggi raccolti in questo piccolo volume ancora oggi mantengono il loro valore euristico e invitano alla riflessione, alla ricerca e all’attuazione di interventi educativi che mettano al centro la creatività.

Nella società complessa e in rapida trasformazione la creatività rappresenta un elemento fondamentale per lo sviluppo della persona e della società. Si tratta di dare rilievo sia all’atto creativo geniale o artistico, ma anche alla creatività ordinaria che abita il quotidiano e che può essere espressa da ogni persona che voglia realizzare se stessa.

Simeone attribuisce alla creatività una capacità trasformativa, in quanto capace di coniugare ragione e immaginazione, logica e fantasia, razionalità ed emozione; essa esprime la capacità di decostruire e ricostruire e di immaginare al di là dei limiti dell’esistente.

Sul tema della creatività, Mario Mencarelli è uno dei pedagogisti che hanno maggiormente contribuito allo studio del tema della creatività.

Nel saggio elaborato da Fromm, lo studioso spiega il duplice significato del termine creatività:

  1. creativo nel senso di creare qualcosa di nuovo, come ad esempio una pittura, una scultura;
  2. creatività intesa nel senso di atteggiamento, condizione preliminare di qualsiasi creazione tangibile.

 

La collina dei conigli

Risultati immagini per la collina dei conigli

Nel racconto, ambientato nelle  Colline dell’Hampshire (Inghilterra) vengono narrate le vicende di un gruppo di conigli che tentano di sfuggire alla distruzione della loro conigliera e decidono di intraprendere un lungo viaggio, alla ricerca di un posto migliore in cui vivere, evitando però pericoli e ostacoli nel corso della loro avventura.

Piccole Donne

Risultati immagini per piccole donne

Piccole donne è il più famoso romanzo di  Louisa May Alcott, che nacque a Germantown, in Pennsylvania, nel 1832.

Il padre, filosofo e pedagogo, ebbe una notevole influenza sulla formazione intellettuale e sulla personalità della scrittrice.

Il libro fu pubblicato per la prima volta in due volumi, il primo nel 1868 e il secondo nel 1869 in America con il titolo Little Women or, Meg, Jo, Beth, and Amy.

La vicenda è ambientata in una cittadina della Nuova Inghilterra, negli Stati Uniti d’America, a metà dell’Ottocento, durante la guerra di Secessione americana, nota come guerra civile americana (1861-1865).

La storia racconta la storia della famiglia March e in particolare delle vicende che caratterizzano le quattro sorelle giovani e belle, chiamate Meg, Jo, Beth e Amy, che sono  molto diverse tra loro, da un punto di vista fisico e caratteriale.

Il padre delle ragazze, sacerdote partito per il fronte come cappellano durante la Guerra di Secessione americana lascia a casa le figlie e la moglie, che se la devono sbrigare da sole.

Le ragazze pur essendo povere e con i problemi tipici dell’adolescenza, pur nell’assenza del padre, imparano a crescere e diventare ragazze responsabili, ciascuna con un percorso di vita peculiare.

Il libro copre l’arco narrativo di un anno: inizia a Natale e finisce a Natale dell’anno dopo, e in questo arco di tempo vengono analizzati i singoli caratteri, i sogni e la maturazione di ciascuna delle quattro sorelle, le quali vivono questo anno quasi come un gioco, una scommessa fatta con la madre di riuscire a migliorare caratterialmente e moralmente.

Perché leggerlo?

Per tanti motivi, come ad esempio:

  1. il lessico è accurato e scorrevole;
  2. la storia della formazione delle protagoniste è verosimile e consente di immedesimarsi nella vicenda;
  3. ci sono vari colpi di scena, che tengono alta l’attenzione e stimolano la curiosità.

Prima Guerra Mondiale

Risultati immagini per la prima guerra mondiale

Cause:

  1. Rivalità tra le varie nazioni europee (Ad esempio: Germania e Gran Bretagna si contendono la supremazia coloniale e il dominio sui mari – La Francia pretende la restituzione dell’Alsazia e della Lorena, perse nel 1780 – L’Impero russo e l’impero austro ungarico vogliono controllare entrambi la regione dei Balcani)
  2. Nazionalismi
  3. La fine delle guerre Balcaniche (= la catena montuosa dei Balcani), nel 1913 mette in rilievo i difficili rapporti tra le Nazioni. 

Risultati immagini per penisola balcanica mappa fisica

Scintilla che fa scoppiare la guerra:

28 Giugno 1914 attentato di Sarajevo, in Bosnia, contro l’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono dell’impero Austro Ungarico

(Continua)

Compiti per le vacanze 2^ E Estate 2019

Per il ripasso degli argomenti di studio 

Becco giallo. Italiano, storia e geografia. Vol. 2 Libro - Libraccio.it

 

Soluzioni di Becco giallo 2 per dare luogo ad un’autocorrezione

Scrivere: Diario

Scrivi 30 giorni di diario (Un diario è una forma narrativa in cui il racconto reale o di fantasia – è sviluppato cronologicamente, spesso scandito ad intervalli di tempo regolari, solitamente a giorni. il diario è, in poche parole, un testo in cui vengono annotati avvenimenti personali e importanti per ciascuno di noi).

Leggere: Testi di narrativa 

  1. M. Parr, Cuori di Waffel (premio Strega ragazzi e candidato Premio Hans Christian Andersen)
  2. C. Vanderpool, L’indimenticabile estate di Abilene Tucker (Premio Andersen, 2013)
  3. Nostlinger, Il bambino sottovuoto (premio Andersen, il ‘nobel della letteratura per ragazzi’, vinto nel 1984)
  4. A. Stratton, Il segreto di Chanda (da cui è stato tratto il film Life, above all e che ha ottenuto numerosi riconoscimenti sia negli Stati Uniti che in Canada).
  5. G. Kuijer, Il libro di tutte le cose (Premio Andersen, 2010)

Di ogni testo elaborare un riassunto breve e scrivere perché è piaciuto o perché non è piaciuto.

Compiti per le Vacanze Classe 1^ G Estate 2019

I compiti dovranno essere consegnati il primo giorno di scuola.

Testo riassuntivo

Risultati immagini per becco giallo testo per estate

Soluzioni Becco giallo 1 per dare luogo ad un’azione di autocorrezione.

Diario

Scrivi 30 giorni di diario (Un diario è una forma narrativa in cui il racconto reale o di fantasia – è sviluppato cronologicamente, spesso scandito ad intervalli di tempo regolari, solitamente a giorni. il diario è, in poche parole, un testo in cui vengono annotati avvenimenti personali e importanti per ciascuno di noi).

Letture

  1. Goudge, Il cavallino bianco. Moonacre (libro preferito da Rowling, scrittrice di Harry Potter)
  2. Buongiorno Teresa, Il ragazzo che fu Carlo Magno (testo vincitore premio Andersen)
  3. M. Fermine, La piccola mercante di sogni
  4. Di Camillo, Lo straordinario viaggio di Edward Tulane
  5. Verne, Il giro del mondo in 80 giorni

Di ogni testo elaborare un riassunto breve e scrivere perché è piaciuto o perché non è piaciuto.

Professione docente

Risultati immagini per professione docente

Al Ministero dell’Istruzione dicono che i docenti devono lavorare di più. Di più rispetto a cosa e a chi?

Si crede che il docente svolga solamente 18, 22 o 24 ore di lavoro, ma quante ore sono veramente? Altri statali quante ne fanno? 36?

Allora fatemene fare 36 ma:

– Voglio 45 mila euro lordi, di inizio carriera e 70-80 mila euro a lordi, a fine carriera, al pari dei colleghi del resto della Comunità Economia Europea

– Voglio i 10 minuti di pausa, come tutti i lavoratori.

– Voglio aggiornarmi in orario di lavoro e a spese del Datore di Lavoro.

– Voglio che nelle 36 ore siano incluse quelle per consigli di classe, collegi docenti, incontri coi genitori, consulting e glh, open day (se fatti di domenica, con l’indennità pagata extra), dipartimenti orizzontali, verticali e diagonali, commissioni varie, ore svolte da coordinatore, gli scrutini, gli esami, l’alternanza scuola-lavoro e le ore svolte da funzione strumentale, da direttore dei laboratori e le ore per svolgere i progetti extracurricolari.

– Voglio partecipare alla gita con gli alunni, solo se sono remunerate le 24 ore al giorno previste dall’incarico.

–  In classe continuerò a fare 18 ore, mentre il resto delle ore correggerò le verifiche e preparerò le lezioni a scuola

–  Voglio un ufficio con scrivania, libreria e dotato di pc funzionante e wi-fi veloce e materiale di cancelleria.

– Voglio la mensa o, se non c’è, voglio i buoni pasto, il riscaldamento d’inverno e il raffreddamento in estate.

– Voglio un bagno pulito con sapone, carta igienica, asciugamani.

– Voglio la chiamata diretta dei DS dagli insegnanti e non viceversa, perché è più democratico che 100 scelgano uno e non che uno ne scelga 100.

– Voglio aule accoglienti e non fuori norma, una scuola sicura e soprattutto uno stipendio adeguato, come si legge sopra.

– Non voglio più fare niente a casa che riguardi la scuola, soprattutto la domenica.

– Se ho più scuole, dovete pagarmi anche il tempo necessario per andare da una scuola all’altra e voglio andarci con l’auto di servizio.

– Infine voglio un datore di lavoro che abbia un titolo di studio non inferiore al mio, quindi per lo meno laureato (siamo nel settore pubblico e lo pretendo).

Fonte: testo di un collega, con qualche integrazione.

 

Facciamo tutti insieme copia e incolla di questo testo, facciamolo diventare virale.